Diritti dei passeggeri con disabilità o a mobilità ridotta

*

Le persone con disabilità o a mobilità ridotta che intendono intraprendere un viaggio in aereo non devono essere discriminate rispetto agli altri passeggeri. In Svizzera, alle persone con disabilità, in materia di trasporto aereo, si applicano gli stessi diritti che vigono nell'Unione europea (UE).

Il regolamento (CE) n. 1107/2006 relativo ai diritti delle persone con disabilità e delle persone a mobilità ridotta nel trasporto aereo è entrato in vigore in Svizzera il 1º novembre 2009. Le sue disposizioni garantiscono la protezione e l'assistenza a queste persone e, in particolare, sanciscono

  • l'obbligo per le compagnie aeree e gli operatori turistici di accettare una prenotazione per una persona con disabilità o a mobilità ridotta e, in seguito, di occuparsi del suo trasporto (sono ammesse deroghe se richieste dalle disposizioni in materia di sicurezza o se il trasporto non può essere effettuato a causa delle dimensioni dell'aeromobile o dei suoi portelloni);
  • il diritto di queste persone all'assistenza gratuita negli aeroporti (al momento della partenza, dell'arrivo e del transito) e a bordo dell'aeromobile (ad es. per quanto riguarda il trasporto di sedie a rotelle e cani d'assistenza).

Campo d'applicazione  

Questo regolamento si applica in Svizzera, in tutti i Paesi dell'Unione europea, in Norvegia e in Islanda

  • negli aeroporti di questi Paesi;
  • in tutti i vettori aerei che decollano da questi Paesi.

Le disposizioni relative al trasporto di persone con disabilità o di persone a mobilità ridotta nonché alla loro assistenza a terra (articoli 3, 4 e 10 del regolamento UE) si applicano anche ai vettori aerei appartenenti alla Svizzera, a un Paese dell'UE, alla Norvegia o all'Islanda che non decollano dal territorio di questi Paesi, ma bensì si dirigono in uno di essi.

Procedura

Nel caso in cui i diritti sanciti da questo regolamento non venissero rispettati, le persone lese dovranno rivolgersi in primo luogo alla compagnia aerea in questione o all'aeroporto. In caso di mancata intesa, esse potranno in seguito informare gli organi di ricorso preposti, che verificheranno se e in quale misura l'aeroporto o la compagnia aerea ha contravvenuto ai suoi obblighi. 

L'Ufficio federale dell'aviazione civile (UFAC) è l'organo preposto ai ricorsi e all'esecuzione del regolamento per quanto riguarda i fatti accaduti negli aeroporti svizzeri, presso vettori aerei svizzeri o presso vettori aerei appartenenti a uno Stato non membro dell'UE (eccetto la Norvegia e l'Islanda) che decollano dagli aeroporti svizzeri. L'UFAC può infliggere sanzioni agli aeroporti e alle compagnie aeree. Tuttavia, le pretese d'indennizzo delle persone lese devono essere avanzate in sede civile. L'UFAC non può obbligare le compagnie aeree e gli aeroporti al risarcimento del danno. 

Per chiarimenti e informazioni generali, l'UFAC risponde alle domande dei passeggeri, nei giorni feriali dalle 14 alle 16, al numero di telefono: +41 (0)58 465 95 96.

Ulteriori informazioni

Contatto

Numero di telefono dell'UFAC a disposizione dei passeggeri:

+41 58 465 95 96
(giorni feriali dalle 14 alle 16)

Stampare contatto

https://www.bazl.admin.ch/content/bazl/it/home/buono-a-sapersi/diritti-dei-passeggeri/diritti-dei-passeggeri-con-disabilita-o-a-mobilita-ridotta.html