Categoria aperta


I contenuti di questo sito si riferiscono a basi giuridiche che non sono in vigore.
Banner-Offen_IT

Questa pagina vi illustrerà brevemente le regole più importanti da rispettare se intendete far volare il vostro drone nella categoria «aperta».

Rispetto le sei regole di base

• Conosco le zone soggette a limitazioni di volo sia a livello nazionale che cantonale;
• mantengo sempre il contatto visivo con il mio drone;
• non sorvolo assembramenti;
• non faccio volare il mio drone oltre i 120 m dal suolo;
• rispetto la sfera privata altrui;
• possiedo una copertura assicurativa sufficiente

Ho l'età minima richiesta

Ho almeno 12 anni oppure faccio volare il mio drone sotto la supervisione di un pilota di almeno 16 anni che soddisfa i requisiti di competenza richiesti.

Mi sono registrato

Per tutti i piloti di droni vige in linea di principio l'obbligo di immatricolazione. È prevista un’eccezione per i droni di peso inferiore a 250 g e non dotati di telecamera, sensore o altri dispositivi in grado di rilevare dati personali.

Faccio volare un drone conforme

Il mio drone deve disporre sia della marcatura CE sia dell'etichetta d'identificazione della classe (C1, C2, C3, C4); quest'ultima determina la sottocategoria in cui posso far volare il mio drone (A1, A2, A3). Qualora il mio drone non disponga di entrambe, la mia operazione di volo viene attribuita alla categoria transitoria «Limited Open» (aperta limitata) in cui le sottocategorie di appartenenza sono modificate e le regole un po’ più restrittive.

Regole speciali si applicano anche nel caso di droni autocostruiti/autoprodotti. Vedi il capitolo IV delle FAQ «Posso far volare un drone che ho costruito io stesso a?»

Ho completato la formazione e la prova online prevista dalla sottocategoria

Se faccio volare un drone di peso superiore a 250 g, sono tenuto a completare la formazione e la prova online sulla piattaforma ufficiale UAS.gate. L'ampiezza della formazione e della prova dipende dalla sottocategoria (A1, A2, A3) in cui si intende far volare il drone. Il certificato (di competenza o la licenza di pilota remoto) determina la distanza che devo mantenere tra il mio drone e le persone non coinvolte. La licenza di pilota remoto richiede un maggiore impegno (30 domande supplmentari e una formazione pratica) rispetto al certificato di competenza di pilota remoto , ma include l'autorizzazione a pilotare droni in condizioni operative delle sottocategorie A1, A2 e A3.

Requisiti per i droni provvisti della marcatura CE e dell'etichetta di identificazione della classe

Categoria Classe Peso Formazione Distanza di sicurezza
A1 C0 <250g non necessaria 

Operazioni di volo effettuate in un’area in cui il pilota possa ragionevolmente prevedere di non sorvolare persone non coinvolte.

A1 C0, C1 <900g Certificato di competenza

Operazioni di volo effettuate in un’area in cui il pilota possa ragionevolmente prevedere di non sorvolare persone non coinvolte.

A2 C2 <4kg

Licenza di pilota remoto

Per i titolari della licenza di pilota remoto la distanza di sicurezza orizzontale viene ridotta a 30 m. 
A3 C1, C2*, C3 <25kg Certificato di competenza  Mantenere una distanza di sicurezza orizzontale di 150 m da zone residenziali, commerciali, industriali e ricreative.
*Per pilotare nella sottocategoria A2 un drone con l'etichetta di identificazione della classe C2, ho bisogno di una licenza di pilota remoto e il drone deve pesare meno di 4 kg. Se invece dispongo solo di un certificato di competenza, faccio volare il mio drone nelle condizioni operative della sottocategoria A3.

 

Ulteriori informazioni

Ultima modifica 10.06.2021

Inizio pagina