Scie di condensazione – formazione, caratteristiche, tipi

kondensstreifen
© UFAC

In determinate condizioni atmosferiche, immediatamente dietro gli aerei si formano delle scie visibili. Si tratta di scie di condensazione, composte principalmente da acqua sotto forma di cristalli di ghiaccio; la loro formazione è una combinazione di fattori quali l’umidità e temperatura basse presenti alla quota di crociera.

Le scie di condensazione si manifestano in forme diverse. Le condizioni atmosferiche della quota di crociera dell’aereo determinano la forma e l’intensità delle scie di condensazione.

In Internet si trovano centinaia di foto e video che documentano le diverse forme di questo fenomeno, denominato in inglese «condensation trails» o «contrails». Le scie di condensazione sono inoltre spesso oggetto di teorie del complotto. Secondo tali teorie, aerei appositamente attrezzati spruzzano agenti chimici nell’atmosfera, allo scopo di manipolare il clima, ridurre in modo mirato la popolazione o perseguire obiettivi militari. I fautori di tali teorie, che male interpretano questo fenomeno naturale, parlano delle scie di condensazione in termini di «scie chimiche» («chemtrails», abbreviazione di «chemical trails»).

Le scie di condensazione possono formare dei cirri e influenzare in questo modo il clima. La formazione di scie di condensazione si basa tuttavia su principi fisici. La scheda informativa dell’UFAC riassume le principali caratteristiche di questo fenomeno.

Ulteriori informazioni

https://www.bazl.admin.ch/content/bazl/it/home/politica/ambiente/aviazione-e-riscaldamento-climatico/scie-di-condensazione%20.html