Manutenzione agli aeromobili

I lavori di manutenzione agli aeromobili possono essere eseguiti di norma soltanto da imprese o personale specializzato che dispongono della necessaria autorizzazione. L'UFAC rilascia un'autorizzazione d'esercizio per i lavori di manutenzione alle imprese che, nell’ambito di una verifica, dimostrano l'adempimento dei requisiti legali. A seconda della dimensione dell'impresa e della complessità delle attività da svolgere, la procedura di autorizzazione può durare anche diversi mesi.

Dopo il rilascio dell'autorizzazione d'esercizio conformemente alla Parte 145, alla Parte M-Sottoparte F o alla Parte CAO le imprese di manutenzione sono periodicamente sottoposte a ispezioni o audit effettuati dall'UFAC. Se vengono riscontrate non conformità, l'azienda deve porvi definitivamente rimedio entro il termine impartito dall'UFAC.

Le autorizzazioni d'esercizio rilasciate hanno validità illimitata. Tuttavia, le aziende sono tenute a comunicare all'UFAC, prima dell'attuazione, tutte le modifiche che potrebbero avere ripercussioni sull'autorizzazione. L'UFAC stabilisce caso per caso, tenendo conto delle circostanze e dei requisiti minimi, le condizioni o le restrizioni per la prosecuzione dell'esercizio.

Nota importante:
Ai sensi del regolamento (UE) 2021/700 le imprese di manutenzione autorizzate all’esercizio conformemente alla parte M-Sottoparte F perdono automaticamente la relativa autorizzazione dopo il 24 marzo 2022. Per evitarlo devono convertire tale autorizzazione di esercizio in un certificato per la manutenzione conforme alla Parte CAO.

Vigilanza dell'UFAC sulle aziende che svolgono manutenzione per aeromobili di Stati Uniti, Canada e Brasile

Le aziende che eseguono lavori di manutenzione su aeromobili registrati negli Stati Uniti, in Canada e in Brasile non dovranno più sottoporsi anche alla vigilanza da parte delle autorità aeronautiche FAA, TCCA e ANAC. L'UFAC ha firmato un accordo in tal senso con la FAA, denominato BASA-MIP, un working-arrangement con la TCCA e un MOU con l'ANAC.

Queste intese rappresentano uno sgravio per tutte le aziende di manutenzione svizzere munite della necessaria certificazione. Da un lato, si evitano costi aggiuntivi elevati e una ridondanza a livello di vigilanza, dall'altro, in futuro l'UFAC può svolgere attività di vigilanza per conto delle autorità FAA, TCCA e ANAC.

Per le aziende ciò significa nettamente meno lavoro aggiuntivo e costi inferiori rispetto a prima. In futuro, per ottenere e mantenere una certificazione FAA, TCCA e ANAC è sufficiente una rispondenza (compliance) con il diritto europeo (parte AESA 145) e con alcune disposizioni supplementari, le «special conditions», che sono elencate nelle normative corrispondenti. Questi accordi sono conformi a quelli dell'AESA.

Bilateral Aviation Safety Agreements (BASA, working-arrangement e MOU)

Gli accordi sono pubblicati sul sito Internet: "Sicurezza - Affari internazionali - Accordi tecnici".

Ulteriori informazioni

Contatto

Ufficio federale dell'aviazione civile UFAC

Ronald Meier

ronald.meier@bazl.admin.ch

Stampare contatto

https://www.bazl.admin.ch/content/bazl/it/home/professionale/aeromobili/manutenzione-agli-aeromobili.html