Manutenzione agli aeromobili

I lavori di manutenzione agli aeromobili vengono eseguiti soltanto da imprese o specialisti che dispongono della necessaria autorizzazione. L’UFAC rilascia un’autorizzazione per l’esercizio di lavori di manutenzione alle aziende che, in sede di esame, dimostrano di adempiere i requisiti legali. A seconda della dimensione dell’impresa e della complessità dell’attività da autorizzare, la procedura può durare anche diversi mesi.

A intervalli regolari, l’UFAC sottopone a controlli e ad audit le imprese a cui ha rilasciato l’autorizzazione d’esercizio. In caso di inadempienze, l’UFAC ordina di porvi definitivamente rimedio entro un determinato termine.

Le autorizzazioni d’esercizio hanno validità illimitata. Tuttavia, le imprese sono tenute a comunicare all’UFAC tutte le modifiche che potrebbero avere ripercussioni sull’autorizzazione prima della loro attuazione. Di volta in volta, in base alle circostanze e ai requisiti minimi, l’UFAC stabilisce le condizio-ni o le restrizioni per l’ulteriore esercizio.

La Svizzera ha concluso un importante accordo con gli USA

In futuro, le imprese di manutenzione svizzere che eseguono lavori di manutenzione su aerei registrati negli Stati Uniti non dovranno più sottoporsi ai controlli supplementari da parte dell'autorità aeronautica statunitense FAA. Alla fine di aprile l'UFAC e la FAA hanno firmato un accordo in tal senso, denominato BASA MIP.

Dopo lunghe e complesse trattative tra la Svizzera e gli USA, a partire da luglio 2014 entrerà in vigore l'accordo BASA-MIP (Maintenance Implementation Procedures). Per tutte le imprese svizzere che eseguono lavori di manutenzione su aerei registrati negli USA tale accordo rappresenta uno sgravio importante. Fino a oggi le imprese svizzere hanno dovuto sostenere costi supplementari non indifferenti per la certificazione e il controllo da parte della FAA. D'ora in avanti sarà l'UFAC ad assumere questo compito, su mandato dell'autorità aeronautica statunitense.

Per le imprese di manutenzione svizzere ciò significa una riduzione dei costi e degli oneri supplementari. In futuro, per ottenere e mantenere la validità di un certificato FAA, sarà sufficiente rispettare le disposizioni comunitarie (compliance - AESA Part-145) e alcune prescrizioni complementari disciplinate nel BASA MIP. Le imprese di manutenzione interessate dovranno essere istruite da parte della FAA prima dell'entrata in vigore. La stipula dell'accordo è stata possibile solo grazie alla partecipazione della Svizzera all'AESA.

Ulteriori informazioni

https://www.bazl.admin.ch/content/bazl/it/home/professionale/aeromobili/manutenzione-agli-aeromobili.html