Sicurezza aerea (security)

Con il termine security si indica la protezione contro gli atti illeciti e la prevenzione, in particolare per quanto concerne gli attentati terroristici e i dirottamenti aerei. Le misure di sicurezza devono evitare che negli aeroporti e a bordo degli aeromobili siano introdotti armi, esplosivi, sostanze pericolose e qualsiasi altro oggetto che potrebbe arrecare danni all’aviazione civile.

Gli attentati dell’11 settembre 2001 negli Stati Uniti hanno dimostrato la vulnerabilità del trasporto aereo nei confronti degli atti criminali. Anche se in Svizzera gli standard in materia di sicurezza erano già elevati, grazie al controllo sistematico del bagaglio a mano e di quello registrato, le autorità svizzere, d’intesa con gli altri Paesi europei, hanno reagito rendendo più severe le disposizioni legali. Per esempio, è stato inasprito il controllo del bagaglio, l’accesso alla cabina di pilotaggio è stato sottoposto a restrizioni, mentre la formazione del personale di controllo addetto alla sicurezza è stata ulteriormente ampliata.

La strategia della sicurezza aerea in Svizzera è contenuta nel Programma nazionale di sicurezza nell’aviazione. Elaborato secondo le prescrizioni internazionali vigenti e applicato dall’UFAC, serve da riferimento per gli attori che devono riprenderlo nel loro programma di sicurezza. L’assoggettamento concerne gli aeroporti, le compagnie aeree e le imprese a terra (ristoro a bordo, carico, posta). Il citato Programma nazionale è accompagnato da un programma nazionale di controllo della qualità che ha lo scopo di garantirne l’efficacia.

Organo preposto al coordinamento in materia di sicurezza, il comitato nazionale di sicurezza nell’aviazione ha, tra l’altro, il compito di esaminare possibili minacce, e se necessario, di definire le priorità e le misure di sicurezza necessarie. Presieduto dall’UFAC, il comitato è composto da rappresentanti dell’Ufficio federale di polizia, degli organi di polizia cantonali competenti, degli esercenti degli aerodromi e delle compagnie aeree svizzere interessate.

Poiché l’aviazione ha carattere internazionale, gli Stati sono obbligati a cooperare a stretto contatto. La normativa svizzera si basa essenzialmente sulla normativa europea in materia (regolamentazione della Comunità europea Ue e raccomandazioni della Conferenza europea dell’aviazione civile CEAC) come pure sugli standard e le raccomandazioni dell’Organizzazione dell'aviazione civile internazionale (OACI).

https://www.bazl.admin.ch/content/bazl/it/home/sicurezza/sicurezza/sicurezza-aerea--security-.html